VOCI​

Crediti

Passeggiata performativa nella Natura

a cura di Laura Boato
un progetto di comunità con musica dal vivo
foto di Luca Giabardo
nelle foto 1 e 2 l'abito è una creazione di Daniel Tuzzato

Sinossi

Dopo anni di restrizioni dovute alla pandemia, VOCI è una passeggiata performativa per tornare a respirare insieme nella Natura. È nata nell'estate 2021 col desiderio di creare un momento di comunità nel quale corpi, voci e strumenti musicali potessero fondersi con l’ambiente, guidando il pubblico lungo il sentiero che per un intero anno avevamo percorso per raggiungere la radura di un contadino amico dove poter continuare a danzare nel vento.
Può essere allestita in un qualsiasi luogo naturale; amiamo farlo soprattutto lungo l'argine di un fiume, risalendo “in direzione ostinata e contraria” verso la sorgente… a seguire il richiamo del nostro bisogno primario di vivere, respirare, fare arte insieme.

Danzare è libertà / È i piedi nudi sull'erba / È il corpo che torna animale.
Danzare è / una pausa / Un respiro consapevole / Un tempo ben speso.
Danzare è / vita e morte insieme / È l'unione / È il fiume che scorre e la terra immobile.
Danzare è il cielo squadernato sulle nostre teste.
Danzare sarebbe facile.
Danzare è / essere presenti nel qui ed ora.
Danzare è / muscoli che pulsano / Pelle che si stende / Testa che gravita.
Danzare è / un verbo di movimento, potenziale e cinetico.
Danzare è / un atto sociale, culturale e politico.
Danzare è / ogni paese, ogni popolazione, ogni forma di vita, ogni forma della natura.
Danzare è / il Sole che gira intorno alla Terra / È partecipare al ritmo che esprime un luogo
È prendersi la responsabilità di essere parte di questo pianeta, questo ambiente, questo albero.
Danzare è / una preghiera / È il corpo che canta.
Danzare / siamo io e te che ci guardiamo negli occhi / e sentiamo l'universo passarci in mezzo.

Una produzione
INDACO - Incursioni di Danza e Arte Contemporanea