UN MULINO LUNGO IL FIUME​

Crediti

coreografia e drammaturgia di Laura Boato
creato con Gloria Burbello, Giovanni Fregonese, Michela Lorenzano
foto di Luca Giabardo

Sinossi

“La gèra lìmpida, se vedéa tuti i sassi soto… ea gèra ‘na meraviglia, vara, me la ricordo sempre che l’acqua là, se podéa bévarla, se dixe, da quanto be’a che ‘a gèra… me la insogno ‘ncora de note…”

Seguendo la piccola storia di una famiglia di mugnai, un viaggio attraverso il ‘900, dalla Grande Guerra ai nostri giorni: l’ambiente, l’economia e la società che cambiano, descritte dalle voci dei “noni veci”, si traducono in suggestive immagini oniriche, fortemente ancorate alla profonda memoria del territorio.
Una performance itinerante che accompagna il pubblico alla riscoperta delle proprie radici, a partire da un dialogo aperto e autentico con il territorio che non si ferma al racconto, ma include paesaggi, suoni, materiali, cibi.

Una produzione:
INDACO - Incursioni di Danza e Arte Contemporanea

per
Centorizzonti 2018-2019 | Echidna Paesaggio Culturale
a cura di Cristina Palumbo

Un ringraziamento speciale alla famiglia Sponti.